Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

ROMA: ANNULLATA LA MULTA FATTA AD UNA SORDOMUTA PERCHE' PARLAVA AL CELLULARE


ROMA: ANNULLATA LA MULTA FATTA AD UNA SORDOMUTA PERCHE' PARLAVA AL CELLULARE
29/10/2008, 14:10

Destò scalpore qualche tempo fa la notizia dei Vigili Urbani di Roma che avevano multato una donna - senza fermare la macchina - perchè stava parlando al cellulare, come riportava il verbale compilato, senza sapere che quella donna, essendo sordomuta, non poteva assolutamente fare nulla del genere. Ed oggi il Giudice di Pace di Roma, davanti cui si discuteva oggi il ricorso, ha annullato il verbale, e quindi la multa, avendo preso atto della situazione di "reato impossibile". Anche il marito, abituale conduttore dell'auto, è sordomuto, quindi non c'è stata neanche la possibilità di un errore tra marito e moglie.

E così questa volta giustizia è stata fatta. Ma quanti sono i casi in cui le persone non hanno la fortuna di poter opporre fatti così indubitabili a delle contestazioni sbagliate, perchè vittime di un errore, dei Vigili Urbani, della Polzia o dei carabinieri? Anche loro sono essere umani e possono sbagliare, ma chissà perchè la loro parola ha sempre più peso di quelle di un normale individuo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©