Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nessun responsabile per la morte di 19 persone

Roma: assolto anche col. De Pauli per la strage di Nassirya


Roma: assolto anche col. De Pauli per la strage di Nassirya
24/05/2010, 15:05

ROMA - Con la sentenza di oggi, il Tribunale militare di Roma ha assolto anche l'ultimo degli imputati italiani per la strage di Nassirya, in Iraq, in cui un camion imbottito di esplosivo guidato da un kamikaze esplose vicino all'ingresso della base, uccidendo 19 persone. Oggi era sotto processo solo il colonnello Georg Di Pauli, con l'accusa di "distruzione colposa di opere militare" - reato previste dal Codice penale militare in tempo di pace - e non l'accusa inizialmente prevista di "omissioni di provvedimenti per la difesa militare", reato del Codice penale militare in tempo di guerra. La sentenza l'ha assolto, chiudendo così la fase dei tribunali per gli imputati di questo processo. Infatti già davanti al Gup erano stati assolti gli altri due imputati, i generali Vincenzo Lops e Bruno Stano.
E quindi non ci sono responsabilità, per il fatto che in zona di guerra - perchè l'Iraq era zona di guerra, checchè se ne dica - un camion possa essere potuto arrivare sulla soglia delcampo base senza che nessuno lo fermasse.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©