Cronaca / Sesso

Commenta Stampa

Legava le donne col nastro adesivo e le stuprava in garage

Roma: Bianchini condannato a 17 anni per tre "stupri seriali"


Roma: Bianchini condannato a 17 anni per tre 'stupri seriali'
16/06/2010, 14:06

ROMA - Il Tribunale di Roma ha deciso di condannare Luca Bianchini a 17 anni di reclusione. L'uomo è stato riconosciuto colpevole di tre stupri, avvenuti tra l'aprile e il luglio del 2009 a Roma, avvenuti tutti con le stesse mdoalità. Bianchini studiava le abitudini delle sue vittime, poi si nascondeva nel garage dove le donne fermavano la macchina. Appena il bersaglio scendeva dall'auto, l'aggrediva alle spalle, puntandogli un coltello contro e legando loro le mani con del nastro adesivo color grigio; dopo di che le violentava.
Ma commise l'errore di lasciare tracce di Dna in giro, sui luoghi sei delitti, e questo, più le testimonianze delle vittime, alla fine l'hanno incastrato. Il Pubblico Ministero, al termine della sua arringa, aveva chiesto 15 anni di reclusione, mentre la Difesa l'assoluzione in quanto non c'erano prove sufficienti per arrestare il loro cliente. Alla fine il Tribunale ha deciso per una pena più severa: 17 anni.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©