Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ma anche per avere chiesto la registrazione del contratto

Roma: cantautore buttato fuori casa perchè gay


Roma: cantautore buttato fuori casa perchè gay
14/06/2010, 11:06

ROMA - Emilio Rez, giovane 25enne cantautore, non riesce proprio a stare in pace a Roma. Un anno fa venne picchiato da un vicino di casa, perchè era gay. Adesso la sua situazione sessuale è stata una delle motivazione che l'ha spinto a denunciare la proprietaria della casa che lui aveva in affitto.
Rez infatti racconta che da un po' di tempo i suoi rapporti con la padrona di casa erano tesi, perchè aveva chiesto di registrare il contratto per l'appartamento che lui aveva affittato: 40 metri quadri al Pigneto, alla periferia di Roma, per 600 euro al mese. Ma la signora ne pretendeva 900, in caso di registrazione; e questo ha creato dei dissapori. Che sono aumentati quando lei ha scoperto che lui è un omosessuale. Rez ha anche denunciato di avere ricevuto da parte dei familiari della proprietaria di casa fino a 20-30 telefonate minatorie al giorno, oltre a minacce, come quella che gli è stata fatta dalla figlia della proprietaria: "Un giorno di questi imbocco dentro casa tua e cambio la serratura". E' non è stata solo una minaccia: pochi giorni fa Rez è tornato a casa e ha trovato parte della sua roba sulle scale, in sei sacchi neri, tipo quelli della spazzatura, e la serratura cambiata, per cui non poteva entrare in casa. Ma, secondo il cantautore, la parte più costosa di ciò che aveva, la proprietaria se l'è tenuta: abiti di scena, Pc, gioielli, microfoni, televisore. Cose che avevano un valore stimabile intorno ai 40 mila euro. Anche per questo è scattata la denuncia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©