Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

ROMA: CHIESTO PER LOTITO CONDANNA A 1 ANNO E 8 MESI


ROMA: CHIESTO PER LOTITO CONDANNA A 1 ANNO E 8 MESI
18/11/2008, 13:11

Il Pm di Milano, Laura Pedio, ha chiesto la condanna a 1 anno e 8 mesi di reclusione per il presidente della Lazio Claudio Lotito, e a 1 anno e 4 mesi per il costruttore Roberto Mezzaroma. Inoltre ha sollecitato per entrambi una sanzione pecuniaria di 20mila euro. Lotito e Mezzaroma sono accusati di aggiotaggio in relazione all'acquisto da parte del costruttore di un pacchetto del 14,6% del club biancoceleste, avvenuto il 30 giugno del 2005. Il Pm, durante la requisitoria, ha sostenuto che "vi fu una interposizione tra Lotito e Mezzaroma", nel senso che il costruttore acquisto', per conto dell'attuale patron della Lazio, le azioni che, successivamente, nell'ottobre del 2006, sono state rivendute a Lotito. "Mezzaroma - ha detto il rappresentante della Pubblica accusa - appare il titolare vero delle azioni al momento dell'acquisto, ma ne e' solo il titolare formale". Motivo dell'interposizione, attraverso la quale i due imputati avrebbero ingannato il mercato, sarebbe stato che Lotito, acquistando il 14,6%, avrebbe sforato il possesso del 30% di azioni. Dunque, sarebbe stato costretto a lanciare un'Opa sulla societa'. "Ma e' lo stesso Lotito - ha ricordato il Pm - a dirci, nel corso dei suoi interrogatori, che non aveva i soldi per fare l'Opa. Lotito non vuole dare al mercato l'impressione di avere sforato il 30%. Per questo, Mezzaroma gli fa un favore". Nel suo intervento, il magistrato ha fatto capire che la situazione economica in cui versava la Lazio all'epoca avrebbe dovuto portare al suo fallimento.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©