Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Manuel De Santis ha avuto il provvedimento solo oggi

Roma: colpì un quindicenne con il casco, ora è ai domiciliari

L'accusa è solo di lesioni volontarie


Roma: colpì un quindicenne con il casco, ora è ai domiciliari
05/01/2011, 15:01

ROMA - Chi ha visto il filmato, non può che rimanerne impressionato: un colpo sferrato a piena potenza, con tutto il peso del corpo e con un casco da motociclista che colpisce il quindicenne Cristiano alla tempia, spedendolo in ospedale in gravi condizioni. E' così che si è fatto conoscere Manuel De Santis, pizzaiolo 21enne, ripreso dalle telecamere mentre compiva questo gesto di violenza premeditato, durante le manifestazioni avvenute a Roma lo scorso 14 dicembre.
De Santis si era consegnato dopo cinque giorni e dopo che il suo viso era circolato in lungo e in largo per la rete. Aveva ammesso di aver dato lui il colpo col casco e di averlo fatto perchè Cristiano aveva lanciato un oggetto contro una camionetta dei Carabinieri. In realtà il giovane aveva lanciato solo un mandarino, quindi niente di pericoloso. Ma nei confronti di De Santis non è stato preso alcun provvedimento fino ad oggi, quando gli è stato notificato il mandato di detenzione cautelare agli arresti domiciliari. Ma l'accusa è stata declassata da lesioni gravi (la vittima del colpo è stata ricoverata con il setto nasale fratturato e danni alla tempia) e lesioni volontarie semplici.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©