Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Per bere, ma con responsabilità

Roma: da stasera etilometro in discoteca


Roma: da stasera etilometro in discoteca
13/11/2010, 17:11

A partire da questa sera, circa 1500 locali romani saranno dotati di un etilometro, strumento tramite cui è possibile rilevare il tasso alcolico di una persona. Inoltre, saranno esposte le tabelle indicative dei tassi consentiti (massimo 0,5). Va ricordato che per alcune categorie di guidatori, il tasso alcolico deve essere pari a zero.

Le nuove tabelle fornite dalla Fipe, la Federazione dei pubblici esercizi della Confcommercio, sono state studiate con il Ministero della Salute e riportano una traduzione in inglese, rivolta ai clienti stranieri.

“L’entrata in funzione è prevista in tutti i locali aperti dopo la mezzanotte” – spiega il presidente della Fipe Nazareno Sacchi – “e la possibilità di avere a disposizione questi misuratori permetterà a ciascuno di individuare il proprio livello personale di ‘sopportabilità’: sicuramente i clienti saranno indotti ad un consumo più consapevole ed equilibrato di alcol”.

Il presidente della Fipe, però, ha individuato due criticità. La prima è “l’assenza di certificazione dell’avvenuto autocontrollo, cosa che invece sarebbe stata molto apprezzata dai clienti”; la seconda, invece, riguarda “i costi sensibili che gli esercenti dovranno sostenere per dotarsi delle apposite apparecchiature ed organizzarne l’uso. In un momento economico in cui tutte le aziende sono alla ricerca del contenimento delle spese, questo aspetto è particolarmente sentito”.

“E’ un problema che risolveremo” – chiarisce Sacchi – “ma così gli esercenti sono continuamente chiamati a intervenire nella soluzione di problematiche sociali e indirettamente di pubblica sicurezza, compito che invece spetta a tutti: all’amministrazione, a chi fa i controlli e poi anche alle imprese. A questo punto ci auguriamo davvero che questo provvedimento sia utile per riavvicinare al giusto ed equilibrato consumo quanti per il timore di superare il limite se ne erano allontanati, ma anche coloro che eccedevano in assenza di una qualsiasi forma di autocontrollo”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©