Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Hanno srotolato un immenso striscione contro il nucleare

Roma: denunciati gli attivisti di Greenpeace allo stadio


Roma: denunciati gli attivisti di Greenpeace allo stadio
30/05/2011, 14:05

ROMA - Chi ieri stava allo stadio Olimpico o chi seguiva le news via Internet, non ha potuto non sapere dell'iniziativa che ieri ha adottato Greenpeace prima che iniziasse la finale di Coppa Italia tra Inter e Palermo. In sette sono saliti sulla struttura metallica della copertura da dove hanno srotolato un immenso striscione con su scritto: "Da Milano a Palermo, no al nucleare". La Rai invece ha evitato di inquadrare lo striscione e di parlarne, nonostante stesse trasmettendo in diretta l'incontro.
Ma l'iniziativa non è stata gradita alle forze dell'ordine, che hanno trattato i sette attivisti come criminali. Innanzitutto sono stati tutti denunciati alla Procura della Repubblica; inoltre sono stati colpiti tutti da DASPO (il provvedimento che viene usato per impedire ai tifosi violenti di andare ad assistere a manifestazioni sportive) per la durata di tre anni. Infine uno dei due italiani del gruppo (quattro infatti sono svizzeri e uno è tedesco), che non risiede a Roma, ha avuto anche il foglio di via: per tre anni non potrà entrare nel territorio del Comune di Roma.
Ho visto persone che hanno distrutto gli stadi in Italia che sono stati trattati meglio dei sette attivisti di Greenpeace

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©