Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La truffa andava avanti quasi da 10 anni

Roma: denunciato notaio per avere evaso 300 milioni


Roma: denunciato notaio per avere evaso 300 milioni
27/04/2010, 10:04

ROMA - 300 milioni di euro, parte conservati in conti correnti,fondi di investimento e cose simili, anche esteri, e parte investiti in immobili a Roma, Siena, San Felice al Circeo, Milano e in Sardegna: questo il frutto di una evasione fiscale, durata dal 2001 al 2008, da parte di un notaio romano. E la truffa è cessata nel 2008 solo perchè in quell'anno subì gli arresti domiciliari a causa di una truffa da lui compiuta ai danni di un importante istituto bancario.
La scoperta è avvenuta ad opera della Guardia di Finanza della Capitale, al termine di una minuziosa indagine fatta sulle proprietà intestate al notaio. SI è anche scoperto che c'era in corso il tentativo di "ripulire" la provenienza di questi soldi, usando una trentina di conti correnti, usati per il loro transito, e dei fondi di investimento per tenerli "a riposo".
Tuttavia i reati sono già sull'orlo della prescrizione, date le leggi esistenti, enormemente favorevoli nei confronti di chi evade il fisco. Di conseguenz aè facile immaginare che non ci saranno conseguenze penali.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©