Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I due malviventi erano armati

Roma, diplomatico liberiano picchiato e rapinato in casa

Gli uomini sono entrati in casa con chiavi rubate o clonate

Roma, diplomatico liberiano picchiato e rapinato in casa
17/03/2013, 11:03

ROMA - Un principe liberiano, un diplomatico, è stato picchiato e rapinato nella sua abitazione ai Parioli, a Roma.

Il fatto è accaduto ieri pomeriggio attorno alle 16,00, quando due uomini armati ed incappucciati si sono introdotti nel palazzo di via Bruno Buozzi, dove Salamè Bassan Omar, diplomatico liberiano di 68 anni, risiede assieme a sua moglie e a due domestiche. Non appena si è reso conto dell'intrusione in casa dei due malviventi, l'uomo ha affrontato i due banditi nel vano tentativo di metterli in fuga. I due rapinatori, tuttavia, hanno reagito e hanno colpito il diplomatico liberiano con un pugno nello stomaco, per poi fare razzia nell'appartamento e fuggire in scooter, portando via 2500 euro in contanti, gioielli e diamanti.

A chiamare i soccorsi è stato l'ambasciatore. Le condizioni del diplomatico non sono gravi. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di Villa Glori, ma si stanno occupando del caso anche gli uomini della polizia scientifica, che stanno effettuando i rilievi del caso. Da quanto è stato appreso, pare che i due malviventi si siano introdotti in casa del diplomatico liberiano dall'ingresso principale, probabilmente utilizzando un mazzo di chiavi rubato o dei doppioni delle chiavi dell'appartamento.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©