Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Trovato un ordigno della Seconda Guerra Mondiale

Roma: domenica evacuate 4000 persone per disinnesco bomba


Roma: domenica evacuate 4000 persone per disinnesco bomba
12/03/2010, 17:03

ROMA - Domenica, dalle 10 alle 13, verranno evacuate circa 4000 persone dalle loro case, nella zona della stazione Tiburtina a Roma, per permettere il disinnesco di una bomba. Si tratta di un ordigno sganciatodurante la Seconda Guerra Mondiale durante i bombardamenti aerei che colpirono la capitale. Allora si infilò nel terreno senza esplodere ed è rimasto sepolto fino a pochi giorni fa, quando è venuto alla luce durante i lavori della nuova stazione ferroviaria dell'Alta Velocità.
L'esercito e la Prefettura si coordineranno per evacuare tutte le persone, compresi gli animali domestici, che abitano in un raggio di 300 metri dalla bomba, a partire dalle 7.30; poi verrà interrotto il passaggio dei treni e delle automobili nelle vicinanze. Verso le 13.30, se non sorgeranno complicazioni, sarà permesso il ritorno alle proprie abitazioni. Nel frattempo ci sarà un cordone di vigili urbani, poliziotti e militari ad impedire l'accesso a chiunque.
Le operazioni per il disinnesco di una bomba non allo stesso tempo semplici e pericolose. SI tratta di togliere il detonatore, fare un buco nella parete della bomba, lanciargli dentro un getto di vapore e raccogliere il miscuglio di acqua e esplosivo che ne esce. Quando l'esplosivo è stato eliminato tutto si trasporta via l'involucro. E' una cosa di routine. Ma va fatta con la massima attenzione, dato che non si sa quanto è stabile quell'esplosivodopo tanti anni di inutilizzo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©