Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Pretendevano soldi per rilasciare autorizzazioni

Roma: due vigili e un geometra arrestati per concussione


Roma: due vigili e un geometra arrestati per concussione
04/04/2012, 12:04

ROMA - Due vigili urbani e un geometra comunale di Roma hanno ricevuto un mandato di custodia cautelare ai domiciliari, con l'accusa di concussione. Secondo i Pm, sono tra coloro che chiedevano ai commercianti pagamenti di tangenti per ottenere licenze commerciali che in realtà spettavano loro. Per la stessa vicenda sono indagati altri 5 vigili urbani della Capitale.
A far scattare le indagini è stata una denuncia di due commercianti, titolari di una rivendita di vini, vittime di questa richiesta. Poi i Pm Ilaria Calò e Laura Condemi hanno scoperto altri che facevano la stessa cosa. Fino alla richiesta di arresti domiciliari, presentata oggi.
Sulla vicenda è intervenuto anche il sindaco di Roma, Gianni Alemanno: "Pieno sostegno e collaborazione nell’azione della magistratura nelle indagini contro funzionari infedeli. Roma Capitale e tutti i cittadini romani sono parte lesa nei reati di corruzione e concussione che vengono perpetrati nell’espletamento delle funzioni della pubblica Amministrazione Capitolina. Per questo la nostra Amministrazione si costituirà parte civile in tutti i processi che deriveranno da queste indagini".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©