Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dopo la denuncia della compagna

Roma, giudice nomina amministratore per Bevilacqua


Roma, giudice nomina amministratore per Bevilacqua
05/02/2013, 20:14

ROMA –  Un amministratore di sostegno provvisorio per Alberto Bevilacqua, lo scrittore ricoverato in prognosi riservata nella clinica romana Villa Mafalda.  A deciderlo è stato il giudice del tribunale civile di Roma dopo che l’uomo è finito al centro di un caso giudiziario e di uno scontro tra la compagna Michela Macaluso, che nei giorni scorsi aveva denunciato la casa di cura, e la sorella dell'autore.

La decisione è stata presa per l'urgenza di assumere decisioni in ordine alla permanenza del paziente nella clinica e per provvedere alla gestione dei suoi beni e dei pagamenti ai quali è tenuto. Tra questi, i 404 mila euro richiesti da Villa Mafalda a titolo di saldo dei compensi maturati per la degenza e le prestazioni sanitarie dal ricovero dell'11 ottobre 2012 fino al 3 gennaio.

L'amministratore, si legge nel decreto, potrà operare in via esclusiva sul conto corrente intestato a Bevilacqua (con un limite mensile di 8.000 euro), verificare la consistenza e la natura dei rapporti bancari e degli investimenti di cui risulti titolare lo scrittore, gestire i rapporti con gli istituti previdenziali e di assistenza e con ogni amministrazione pubblica o privata, acquisire copia della cartella clinica e di tutta la documentazione sanitaria del ricovero a Villa Mafalda. Ancora verificare le attuali condizioni di salute del beneficiario, l'idoneità dell'assistenza sanitaria e l'opportunità di trasferirlo altrove. 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©