Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nella manifestazione che si terrà dal 21 al 23 maggio

Roma: i neonati usati per scardinare la legge 194


Roma: i neonati usati per scardinare la legge 194
11/05/2010, 13:05

ROMA - I quotidiani vicini alla maggioranza del governo andarono giù con mano pesante, nei loro articoli, quando c'erano i genitori che protestavano perchè il Comune di Adro (Brescia) o quello di Montecchio Maggiore (Vicenza) negavano ai loro piccoli la mensa scolastica. Li accusavano di "strumentalizzare i bambini", ovviamente per fini politici, dato che si protestava contro amministraizuoni del Pdl a guida leghista.
Ora però i suddetti giornali mantengono un assoluto silenzio sulla manifestazione organizzata dal  il "Movimento per la vita", il Forum delle Associazioni familiari e "Scienza e vita", tre organizzazioni caratterizzate per il loro estremiosmo cattolico. Obbiettivo del Life day, che si terrà a Roma dal 21 al 23 maggio, è la legge 194, quella che disciplina l'aborto, da sempre odiata e combattuta dal Vaticano e dalle associazioni ad esso legate, perchè simbolo di quella civilizzazione sociale e di quella emancipazione della donna che la Chiesa detesta. E momento clou del Life day sarà un corteo dei passeggini dal Senato a piazza di Spagna a cui sono "particolarmente invitati i genitori con figli piccoli e mamme incinte", come recita il programma.
Naturalmente c'è da sperare che la gente comune non si faccia ingannare e strumentalizzare da iniziative di questo genere. La possibilità di abortire è e deve restare una facoltà della donna, su cui nessuno - in tonaca o senza - ha il diritto di aprire bocca, dato che non lo riguarda.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©