Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

All'ordine del giorno, la vendita dell'Acea

Roma: il Consiglio comunale finisce con schiaffi e strattoni


Roma: il Consiglio comunale finisce con schiaffi e strattoni
11/06/2012, 14:06

ROMA - Mattinata decisamente movimentata, nel consiglio comunale di Roma. Oggi all'ordine del giorno c'era la vendita dell'Acea, la società che si occupa della distribuzione dell'acqua nella capitale, di cui il Comune è proprietario al 21%. Tutto è andato liscio fino a quando il presidente dell'aula, Marco Pomarici ha aperto la votazione per l'approvazione della legge. A quel punto alcuni dei consiglieri dell'opposizione sono andati vicino agli scranni della presidenza, subito seguiti da alcuni esponenti dei Movimenti per l'Acqua Pubblica. Ma anche alcuni consiglieri di maggioranza si sono diretti lì e in breve è scoppiato un alterco tra i due gruppi, con schiaffi, spintoni e strattonamenti. Dopo che si è riusciti a separare i due gruppi, sono stati chiamati i paramedici, per curare la mano del capogruppo del Pd, Umberto Marroni.
La votazione si è conclusa, mentre il resto del provvedimento - cioè l'esame degli ordini del giorno - è stata rinviata a dopo l'approvazione del bilancio comunale, che va sistemato entro il 30 giugno.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©