Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Roma, in aumento le case di appuntamento


Roma, in aumento le case di appuntamento
12/05/2010, 12:05


ROMA - “Gli evidenti risultati che l’ordinanza antiprostituzione ha prodotto in tutta la città tesa alla lotta della prostituzione, soprattutto a quella di strada, hanno fatto fin da subito prevedere lo sviluppo del fenomeno all’interno di abitazioni private che, oltre ad arrecare disagio ai residenti degli stabili che ospitano questo genere di illecita attività, tendono a celare sempre più gravemente fenomeni di sfruttamento delle donne, soprattutto immigrate”, così dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere del PDL del Municipio XV. “L’operazione di oggi avvenuta tra Marconi e Portuense ad opera della Sezione Criminalità Straniera della Polizia di Stato – prosegue Santori – è un ottimo risultato che deve spingere gli investigatori e le forze dell’ordine a proseguire su questa strada, considerato che molteplici sono gli esposti presentati da privati cittadini su presunte attività di prostituzione, in particolare legate ad appartamenti gestiti o frequentati da stranieri”. “La maggior parte di tale denunce – afferma ancora Santori - si basano certamente su dei sospetti, alcuni tra l’altro non sempre fondati, ma è importante sottolineare che buona parte dei cittadini non trovano il coraggio di denunciare individualmente o ancor più pubblicamente questo genere di attività per timori legati al rischio di eventuali ritorsioni. Ciò purtroppo non rende sempre facile il lavoro delle forze dell’ordine, in particolare nella fase investigativa”. “Desidero però invitare tutti i cittadini che hanno a che fare con appartamenti fortemente sospetti – conclude Santori – a denunciare senza alcun timore le presunte attività illecite, al fine di favorire le forze dell’ordine nella lotta alla prostituzione e in particolare dello sfruttamento di immigrati, anche per riconsegnare a condizioni di decoro i singoli condomini interessati”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©