Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Anche la Corte dei Conti ha deciso di verificare

Roma: inchiesta della Procura sulla "parentopoli" di Alemanno


Roma: inchiesta della Procura sulla 'parentopoli' di Alemanno
09/12/2010, 09:12

ROMA - Dopo l'Atac (l'azienda municipalizzata di trasporti di Roma) adesso anche l'Ama (la società municipalizzata capitolina che si occupa dei rifiuti) viene accusata di aver proceduto all'assunzione di amici, parenti e conoscenti vari di persone legate al sindaco Gianni Alemanno o al Pdl. Si tratta di 850 assunzioni per l'Atac e di circa un migliaio di assunzioni per l'Ama; cifra considerevole, in questo caso, dato che parliamo di una società che ha 7000 dipendenti. Il caso più rappresentativo è quello del caposcorta di Alemanno, che ha sistemato il figlio all'Atac e la figlia all'Ama; e ieri è stato lo stesso sindaco della capitale ad annunciare che il caposcorta si è dimesso ed è tornato in Polizia, per evitare problemi. Ma resta il fatto dell'elevatissimo numero di persone chiamate dalle due municipalizzate a chiamata diretta, e tutti dopo l'estate del 2008, cioè dopo l'elezione a sindaco di Gianni Alemanno.
Il tutto è nato da una inchiesta di Repubblica, ma adesso il fatto è diventato troppo grande al punto che sembra che la Procura di Roma voglia verificare se ci siano reponsabilità penali nella vicenda e da parte di chi. Ed anche la Corte dei COnti sta dando un'occhiata, perchè si potrebbe configurare una situazione di sperpero di denaro pubblico.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©