Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Stesso provvedimento anche per i coimputati

Roma: invito a comparire per Berlusconi per frode fiscale


Roma: invito a comparire per Berlusconi per frode fiscale
15/10/2010, 11:10

ROMA - La Procura di Roma ha mandato al Presidente del Consiglio un invito a comparire, in relazione al reato di frode fiscale commessa da Rti (Reti televisive italiane, società del gruppo Mediaset e controllara al 100% dall stessa Mediaset) nel 2003-2004. L'invito è stato mandato anche ai coimputati di Berlusconi nel processo per frode fiscale che il premier ha incorso a Milano e che è tuttora sospeso in attesa che la Corte Costituzionale decida sulla validità della legge sul "legittimo impedimento". La sentenza è attesa per il 14 dicembre.
Tuttavia l'iniziativa appare strana. Vero che la Procura di Roma avrebbe la competenza perchè nei due anni in questione Rti aveva sede nella capitale; ma come mai la Procura si sveglia solo adesso? L'indagine a Milano è iniziata da un bel pezzo, visto che siamo arrivati a dibattimento; gli stralci a Roma sarebbero dovuti arrivare da almeno un anno o più. Come mai nella capitale siamo in una fase così preliminare da richiedere addirittura l'invito a comparire? Indipendentemente dal fatto che il premier accetti o meno di fare il suo dovere e di rispondere alle domande, la Procura di Roma si sta avviando a passi da lumaca.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©