Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Roma: la scuola "Pisacane" diventa "Makiguchi"; ed è polemica


Roma: la scuola 'Pisacane' diventa 'Makiguchi'; ed è polemica
19/05/2009, 10:05

C'è una scuola, a Roma, molto nota: si chiama Carlo Pisacane ed è dedicata all'eroe risorgimentale che sbarcò vicino Sapri, in provincia di Salerno (o - secondo una minoranza di storici - sulla spiaggia del vicino comune di Vibonati, nella frazione di Villammare, ndr) con trecento altri idealisti, che furono intercettati sulle montagne della zona da un gruppetto di soldati borbonici e facilmente uccisi. La caratteristica di questa scuola è l'elevata multiculturalità: poco più del 10% degli scolari sono italiani; gli altri sono di vari Paesi, dall'Africa al Bangladesh, dalla Cina allo Sri Lanka. E così la preside dell'istituto ha proposto al Consiglio d'Istituto - ottenendo l'adesione alla proposta all'unanimità - di cambiare il nome, titolando la scuola a Tsunesaburo Makiguchi, pedagogista giapponese, fondatore della scuola buddista della Soka Gakkai.
Apriti cielo! Alcune delle mamme dei bambini italiani hanno vivacemente protestato, sostenute in questo dal PdL. Fabio Rampelli, deputato romano di questo partito, ha invitato il prefetto e il responsabile dell'ufficio scolastico regionale a bloccare questo atto; e ha scritto al Ministro dell'Istruzione, Maria Stella Gelmini, per fare indagini negli istituti di tutta Italia. Per la cronaca, queste mamme che hanno protestato sono le stesse che hanno protestato quando è stato fatto - nella stessa scuola - il presepe con le donne col burqa o che hanno mostrato alla TV i cappellini fatti con manifesti antisionisti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©