Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Meno code negli uffici ma iscriversi al portale è difficile

Roma: l'anagrafe rilascia certificati via web


Roma: l'anagrafe rilascia certificati via web
16/03/2010, 21:03

ROMA - L'Italia, si sa, è solitamente un po' allergica alla modernizazione telematica e, molte delle modalità d'azione degli uffici pubblici, sono cambiate poco o nulla negli ultimi 40/50 anni. A dare una spinta verso non tanto il futuro quanto il presente (almeno per gli altri paesi sviluppati) è proprio la capitale. Roma tenta infatti di colmare il divario che la separa dalle altre grandi città europee e si sforza di introdurre un sistema di gestione on-line per quanto riguarda il rilascio di alcuni certificati fino ad oggi reperibili, a mano o a vista, solo presso i sempre affollatissimi uffici dell'anagrafe. Addio a lunghe code che si iniziavano con la barba appena rasa e si concludevano assomigliando ad un naufrago?
A quato pare, sebbene ci sia stata l'introduzione di un servizio telematico su www.comune.roma.it che permette il rilascio di 16 certificati diversi senza recarsi di persona agli sportelli, la procedura per iscriversi al portale appare ancora un po' tortuosa. Ottenere il documento di cittadinanza, Godimento dei diritti politici, Matrimonio, Nascita, Residenza, Stato civile, Stato di famiglia, Stato libero è ora teoricamente più semplice, economico e veloce ma, nonostante gli sforzi del comune capitolino, praticamente ancora decisamente intricato per i meno esperti.
Il Campidoglio ha invitato "tutti i romani a registrarsi tramite il portale www.comune.roma.it per ricevere a domicilio la password di accesso ai servizi anagrafici: in questo modo potranno richiedere e stampare da casa tutti i certificati che desiderano, con o senza bollo" ma non ha previsto alcune fasi piuttosto scomode e lente della registrazione.
Come si legge testualmente sul Corriere della Sera, difatti:"La procedura non è semplicissima: una volta entrati nel sito del Comune, aperta la pagina «Identificazione al Portale», si scopre che, se non siete già registrati come utenti di Fisconline - per costoro l'identificazione è immediata così come per i «titolari di una Smart Card Carta Nazionale dei Servizi (CNS)» - dovrete «completare il processo di identificazione mediante documento d'identità da inviare via fax ». In seguito vi serviranno «identificativo utente (il proprio codice fiscale), password, codice PIN del Portale di 8 cifre (che viene comunicato in due parti distinte: la prima via email, la seconda tramite posta prioritaria)».
Il Comune avverte poi che "il processo di identificazione al Portale è subordinato all'invio della documentazione richiesta per la verifica dei dati personali inseriti on line e si completa entro tre giorni dalla ricezione del fax""
Come nota anche la stessa redazione del quotidiano, in effetti"Per ora fate prima ad andare allo sportello di via Petroselli, se avete fretta".
Del resto, la burocrazia, nel nostro paese inquina e rallenta persino quel mezzo veloce per definzione che è il web.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©

Correlati