Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Si è giustificato dicendo che ha problemi acustici

Roma: lascia la auto in doppia fila, condannato a 2 mesi


Foto di archivio
Foto di archivio
26/10/2013, 11:59

ROMA - 60 giorni di reclusione (anche se a pena sospesa con la condizionale) e 2000 euro di multa: tanto è costata ad un cittadino romano posteggiare la macchina in doppia fila. 
I fatti iniziano la sera del 10 ottobre del 2008, quando il suddetto cittadino, tornando a casa e non trovando posto, decide di mettere la sua Volkswagen Golf a fianco di una Punto, impedendone l'uscita, La mattina dopo, alle 6.30, quando il proprietario della Punto è sceso per andare al lavoro, si è visto bloccato: è stato inutile suonare il clacson a ripetizione, oppure andare a bussare con calci e pugni alla porta del proprietario della Golf. L'uomo infatti è sordo da un orecchio e ha un apparecchio acustico all'altro; apparecchio che ovviamente la notte si era tolto. Quindi non ha sentito nulla. E quando si è alzato, alle 7.30, l'altro aveva deciso, visto il ritardo accumulato, di andare al lavoro con lo scooter. Ma ovviamente è scattata la denuncia per violenza privata, cvon conseguente processo e sentenza. 
Ora però i romani devono sperare che l'abitudine non si diffonda: se tutti quelli che posteggiano la macchina in doppia fila venissero condannati, le celle delle carceri romane dovrebbero decuplicare. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©