Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

ROMA: LESBICA AGGREDITA


ROMA: LESBICA AGGREDITA
24/07/2008, 10:07

Aggredita e insultata perché lesbica. E' accaduto a Roma, nei pressi di via San Giovanni in Laterano. Vittima dell'aggressione, avvenuta tre giorni fa, una ragazza di 20 anni, collaboratrice del Coming Out, storico bar gay romano: mentre tornava a casa attorno alle tre "e' stata insultata perché lesbica e colpita con calci e pugni", spiega il presidente dell'Arcigay Fabrizio Marrazzo.

Ferma la condanna del ministro delle Pari Opportunita' Mara Carfagna e del sindaco di Roma Gianni Alemanno. "Voglio esprimere una ferma condanna contro ogni forma di violenza e discriminazione ai danni della comunità gay e lesbica di Roma. Alla giovane va la nostra piena solidarietà. Spero che episodi come questo non si ripetano più, perché non rendono onore a Roma, da sempre simbolo di accoglienza e di pacifica convivenza".

"Apprendo con sdegno e preoccupazione di una nuova aggressione a Roma ai danni di una giovane omosessuale", afferma Carfagna. "Il proprio orientamento sessuale non puo' in alcun modo essere bersaglio di violenze o discriminazioni. Da ministro per le Pari Opportunità non posso quindi che esprimerle tutta la mia solidarietà, con la speranza che le Forze dell'Ordine individuino al più presto gli autori di un gesto tanto odioso quanto incivile", conclude il ministro.

Anche Nicola Zingaretti, presidente della Provincia, ha espresso piena solidarieta' alla giovane. "La Provincia di Roma è in prima linea per contrastare con fermezza fenomeni fin troppo diffusi come l'omofobia, il bullismo e il razzismo, per neutralizzare ogni tipo di discriminazione sessuale, religiosa o ideologica che sia e affermare con piena convinzione tolleranza e senso di accoglienza".

"E' l'ennesimo violento attacco alle persone lesbiche e gay, un episodio preoccupante perché le modalità sono analoghe a quelle dell'aggressione di Cristian Floris, avvenuta qualche mese fa: la vittima è stata colpita alle spalle e poi insultata. Le esprimiamo tutta la nostra solidarietà", aggiunge il presidente dell'Arcigay di Roma. "Con questo attacco si è scelto di colpire uno dei luoghi simbolo per la comunità lesbica e gay romana e per la nostra città, la Gay Street di via San Giovanni in Laterano -conclude Marrazzo- Probabilmente le polemiche di questi giorni sulla sua mancata pedonalizzazione hanno persuaso i violenti ad agire. Adesso più che mai diventa essenziale una presa di posizione da parte del Comune di Roma". 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©