Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Roma, nomadi: più controlli sui bus


Roma, nomadi: più controlli sui bus
08/03/2011, 16:03

“Ancora una volta passeggeri minacciati dai nomadi a bordo degli autobus delle linee periferiche. E’ accaduto sul 773, che percorre la zona della Magliana, une delle linee sulle quali i rom sono degli habitué, spesso non paganti e con il vizio di molestare, minacciare e derubare i cittadini. Questa storia deve finire, le parole non bastano più a ripetere quello che Roma vuole, quello che i romani hanno votato, e cioè l’attuazione del Piano nomadi affinché dalla città sia allontanato chi delinque e non rispetta le regole. I controlli sui bus devono essere più frequenti e il piano industriale dell’Atac, che prevede di introdurre la vendita dei biglietti a bordo degli autobus, deve essere realizzato in tempi brevi”. Lo dichiara in una nota il presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale Fabrizio Santori, a margine dell’ennesimo atto di violenza contro i cittadini perpetrato da nomadi.

“Ascoltiamo con amarezza l’ennesimo racconto di un padre disperato, costretto a mettersi al livello di un piccolo delinquente e a farsi coraggio attraversando un campo nomadi per andare a cercare il ladruncolo che poche ore prima aveva estorto sul bus, sotto minaccia, il cellulare al figlio, ed infine recuperarlo. Quante volte dobbiamo ripeterlo: basta. Basta con i campi nomadi ridotti a nascondigli di teppisti e delinquenti, di persone che si lasciano sorprendere in strada ad usare i propri figli per chiedere l’elemosina, basta con l’immondizia, il degrado, basta con la vita ai margini di una società che è pronta ad accogliere, certo, ma solo chi è a sua volta pronto a rispettare le sue regole”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©