Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Si segue la pista anarco-insurrezionalista

Roma: pacco-bomba all'Ambasciata svizzera, un ferito

L'addetto rischia di perdere la mano sinistra

Roma: pacco-bomba all'Ambasciata svizzera, un ferito
23/12/2010, 13:12

ROMA - Un pacco-bomba è stato recapitato oggi all'Ambasciata svizzera a Roma, ed è esploso appena un addetto ha provato ad aprirlo. L'addetto ha riportato gravi ferite alle mani, in particolare alla sinistra, ed è stato portato immediatamente al Policlinico Umberto I. Qui si è deciso di operarlo immediatamente, date le sue condizioni - qualificate come gravi, anche se non è in pericolo di vita - e in particolare le condizioni delle mani. Non tanto la destra, che dovrebbe guarire bene, ma la sinistra, che l'uomo rischia di perdere definitivamente.
Le prime ipotesi degli inquirenti - come sempre quando c'è un attentato esplosivo - si rivolgono alla pista anarco-insurrezionalista. Ma semplicemente per ora non ci sono indizi.
Immediata è stata la dichiarazione del Ministro degli Esteri Franco Frattini: "Siamo pienamente solidali con l'ambasciatore svizzero e con tutto il personale di quella Rappresentanza diplomatica, oggetto di un deplorevole atto di violenza che merita la nostra più ferma condanna. Al sentimento di sincera solidarietà verso gli amici svizzeri si accompagna l'augurio che il dipendente della Rappresentanza diplomatica rimasto ferito possa giungere al più presto a un pieno recupero".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©