Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Trovati sotto terra fusti arrugginiti di ignota origine

Roma: possibile discarica di rifiuti tossici a Villa Torlonia


Roma: possibile discarica di rifiuti tossici a Villa Torlonia
15/02/2012, 16:02

ROMA - Blocco improvviso per i lavori di scavi a Villa Torlonia, a Roma, per la costruzione di un museo della Shoah. Sono stati trovati, sotto alcuni metri di terra, dei bidoni arrugginiti, da cui fuoriusciva un liquido cristallizzato. Chi abbia messo quel fusti e cosa contenessero, per ora è un mistero. Nella notte la zona è stata transennata e si è proceduto al sequestro giudiziario, e presto si inizierà l'esame del contenuto di questi fusti. Il sospetto è che si sia approfittato della zona alquanto trafficata (la villa è su via Numentana) per seppellirvi rifiutio tossici o comunque pericolosi.
L'area dal 1973 al 2004 era di proprietà del demanio comunale e vi si sono svolti dei lavori per lo scavo di fondazioni per un progetto edilizio che non è andato maioltre, perchè i lavori sono stati più volte sospesi e ripresi. Solo di recente è stato deciso di costruire un museo per la Shoah. Ma il dubbio resta: villa Torlonia viene considerato uno dei polmoni verdi della città di Roma. Se quelli sono rifiuti tossici, cosa hanno respirato i cittadini romani? SI tratta di un episodio isolato oppure cose simili sono avvenute in altre zone? Non dimentichiamo che in quella zona ci sono altri luoghi di importanza storica come Villa Borghese e Villa Ada, c'è l'Università La Sapienza. Insomma, non siamo nel deserto, dove i rifiuti tossici o pericolosi non fanno danni.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©