Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Anche una petizione firmata da centinaia di persone

Roma: protesta nell'università contro le liste fasciste


Roma: protesta nell'università contro le liste fasciste
05/05/2010, 10:05

ROMA - Dopo l'intervento del Ministro Roberto Maroni, che ha fatto cambiare idea alla Questura di Roma che ha autorizzato per venerdì 7 maggio la manifestazione di Casapound e di Blocco Studentesco - inizialmente proibita per motivi di ordine pubblico, ma che ha avuto il pieno appoggio politico del Ministro dell'Interno e di oltre 40 deputati del Pdl - montano le proteste all'interno dell'università di Roma. Soprattutto in vista delle elezioni del Consiglio nazionale degli studenti universitari previsto per il 12 e 13 maggio, a cui parteciperà anche Blocco Studentesco, la sezione universitaria di Casapound. Ed è proprio questo, il motivo del malumore. Per mercoledì 5 maggio è prevista una assemblea alle 14.30 nell'Aula 6 della facoltà di Lettere, durante la quale si esaminerà la situazione e si deciderà se fare delle contromanifestazioni e soprattutto per denunciare una formazione come il Blocco, che sul proprio sito si autodefiniscono "i fascisti del terzo millennio". Ma soprattutto si denuncia l'evidente appoggio politico ed istituzionale, in vista della manifestazione di venerdì.
Inoltre è stata aperta una petizione, contro la manifestazione del 7 maggio, che è già stata firmata da centinaia di persone, tra cui nomi illustri come Alberto Asor Rosa, Raul Mordenti, Paolo De Nardis, Margherita Hack, ma anche scrittori come Erri De Luca.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©