Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Roma: sequestrati alla 'ndrangheta beni per 200 milioni


Roma: sequestrati alla 'ndrangheta beni per 200 milioni
22/07/2009, 13:07

Questa mattina gli avventori del "Cafè de Paris", di via Veneto, a Roma - uno dei più famosi e prestigiosi, reso famoso anche dal film "La Dolce Vita" di Federico Fellini" - che vi si sono recati prima di andare al lavoro, hanno visto uno scenario insolito: macchine della Guardia di Finanza e dei Carabinieri e il locale chiuso. Infatti in quel momento finanzieri e carabinieri del ROS stavano procedendo al sequestro del locale, in quanto il proprietario è sospettato di appartenere alla cosca Alvaro, che fa parte della 'ndrangheta. L'acquisto del locale, nel 2005, fu acquistato per la cifra di 250 mila euro, una cifra estremamente bassa, per un locale di questo prestigio.
Ma questa mattina sono stati sequestrati anche altri beni immobili, tutti in zone lussuose di Roma e tutti appartenenti alla 'ndrangheta, per un valore stimato di 200 milioni.
Comunque, il Cafè de Paris ha riaperto, anche se in ritardo (erano quasi le 10) e anche se continuano i controlli delle forze dell'ordine.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©