Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

“Da ex detenuti a piloti di risciò”

Roma si visita in risciò ecologici


Roma si visita in risciò ecologici
27/07/2010, 19:07

Tre anni fa, una cooperativa di ex detenuti, e detenuti sottoposti a misure alternative di pena, realizzava il suo progetto: far girare le strade di Roma a turisti e cittadini, a bordo di nove risciò guidati da loro. Quei mezzi ecologici capaci di arrivare ovunque partirono da Piazza Sant'Apollonia in Trastevere e poco a poco si sono affermati come uno dei mezzi più innovativi per visitare la città. Il Comune di Roma, infatti, li avrebbe "adottati" come un'idea per il turismo: da domani anche le vie di Villa Borghese sperimenteranno il nuovo servizio risciò "a pedalata assistita", sostenuto dall'assessorato alle Politiche Ambientali e del Verde Urbano del Comune e dal Ministero della Giustizia.
Il servizio effettuato da questa sorta di eco-taxi si inserisce nel Piano per la Mobilità Sostenibile del Comune, resterà gratuito fino a settembre, quando finirà la fase di sperimentazione, e sarà attivo ogni giorno dalle 9 alle 20. I risciò a disposizione saranno tre e potranno essere prenotati telefonando al numero 320/6917906.
E con l'estate altri risciò continueranno a girare per le vie di Trastevere e del Centro Storico.
Secondo Guido Scimia, ex detenuto e ora "autista ciclista", «il prezzo potrebbe essere intorno ai 30-40 euro» molto meno, quindi, di quanto costa un giro sulle 'botticellè'. I risciò sono dotati di un meccanismo che assiste il conducente soprattutto in salita. I mezzi, una volta scarichi, potranno essere ricaricati alle colonnine figlie di un accordo con l'Enel. A regolamentare il servizio è un protocollo firmato tra il Campidoglio, la Federalberghi e l'Asshotel che stabilisce la fascia oraria, dalle 9 alle 20, con una turnazione. I risciò utilizzati saranno tre che si sommano ai cinque già sporadicamente funzionanti nel centro storico e a Trastevere.
Secondo il vicesindaco di Roma, Mauro Cutrufo, «si potrà, in questo modo, incrementare la conoscenza degli otto musei di Villa Borghese, pensando per il futuro a un percorso particolare tra altri musei di Roma». L'assessore comunale all'Ambiente Fabio De Lillo ha evidenziato la battaglia del Comune: «affinchè venga concluso l'iter di approvazione del nuovo codice della strada che attende il sì della Camera e nel quale il risciò viene inserito tra i veicoli che possono circolare». Dal punto di vista turistico il vicesindaco afferma che
«stando ai dati del mese di giugno, gli arrivi sono cresciuti del 10,8% e le presenze si attestano su un dato simile. Ci aspettiamo che anche a luglio e agosto questi dati vengano confermati».

Commenta Stampa
di Caterina Cannone
Riproduzione riservata ©

Correlati

27/07/2010, 20:07

Torna il grande caldo