Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ambulanze bloccate da mancanza di barelle

Roma, soccorsi a rischio. Barelle usate come letti


Roma, soccorsi a rischio. Barelle usate come letti
09/01/2013, 20:06

Nosocomi romani nel caos più totale. Nella capitale, infatti, mancano i posti letto e i malati sono costretti a restare nelle barelle delle ambulanze, con conseguente ritardo di queste ultime.
Una situazione a dir poco allucinante che è stata denunciata dal direttore dell'Ares 118 di Roma, Livio De Angelis, che ha scritto ai responsabili dei pronto soccorso ma anche al sindaco, al presidente della Regione e al prefetto. Nella lettera si evince la situazione di disagio in cui versano gli ospedali della capitale e, proprio in queste ore, si registra un elevato numero di richieste di soccorso, e contemporaneamente "molte ambulanze non riescono a tornare alla base a causa del fatto che la barella è trattenuta dal personale sanitario", per ovviare alla carenza di posti letto. Questo "crea un rischio potenziale per il cittadino utente". Alle 12.45, secondo la lettera, erano 23 le ambulanze bloccate sulle circa 80 complessive. De Angelis chiede che il problema venga risolto il prima possibile. Il ministro della Salute, Renato Balduzzi, ha chiesto una relazione urgente al 118 di Roma per acquisire informazioni e la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, ha convocato il direttore generale dell'Ares 118, Antonio De Santis, e il direttore della Centrale operativa di Roma, Livio De Angelis. 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©