Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Responsabili dell’aggressione due ragazzi stranieri

Roma: tassista pestato a sangue da clienti ubriachi

L’uomo è ricoverato al Policlinico Gemelli

Roma: tassista pestato a sangue da clienti ubriachi
06/03/2012, 13:03

ROMA - È stato pestato a sangue, solo per aver chiesto ai suoi clienti di scendere dall’auto. Il nuovo caso di aggressione si è consumato nella notte a Roma, quando un tassista 45enne si è rifiutato di proseguire la corsa, chiedendo ai ragazzi a bordo, uno spagnolo e una polacca visibilmente ubriachi, di scendere dal suo taxi. I due stranieri, entrambi ventunenni, hanno infatti reagito in malo modo e il ragazzo spagnolo lo ha picchiato a sangue.
L’episodio si è verificato nei pressi di via Trionfale: secondo le prime informazioni, i due ragazzi sarebbero saliti in taxi a piazza Venezia intorno alle 5 di mattina, ma durante il tragitto la polacca, in preda all’alcol, avrebbe dato più volte in escandescenza, con aggressioni verbali. A quel punto il tassista avrebbe deciso di fermare la corsa per farli scendere. Non avrebbe mai potuto immaginare quale sarebbe stata la reazione del ragazzo spagnolo. La ragazza, nell’uscire dall’autovettura, è scivolata a terra ed il giovane, credendo che la caduta fosse stata causata dal tassista, gli si è scagliato contro, colpendolo ripetutamente al volto e causandogli fratture multiple.
Il tassista è stato ricoverato al Policlinico Gemelli di Roma ed è stato giudicato guaribile in 60 giorni. i due ragazzi, invece, sono stati rintracciati poco dopo dagli agenti del Commissariato Prati grazie alla segnalazione di un passante e sono stati arrestati con l’accusa di lesioni gravissime. Sono ora a disposizione delle autorità giudiziarie.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©