Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Bambin Gesù: gli infermieri salvano la piccola

Roma: tenta di soffocare la figlia con un abbraccio


Roma: tenta di soffocare la figlia con un abbraccio
23/06/2010, 10:06

ROMA - Tragedia sfiorata all'ospedale Bambino Gesù di Roma. Una donna egiziana, Atyiat Alsayed, 28 anni, ha tentato di uccidere la figlia di un anno e mezzo. Un medico e due infermieri sono intervenuti per fermare la madre e hanno salvato la piccola, che adesso è in buone condizioni di salute. La donna che presenta seri problemi psicologici, è stata denunciata e trasferita dai carabinieri in caserma per essere interrogata. Atyiat Alsayed  ha cercato di soffocare la figlia con un abbraccio seguito da urla disperate. E' accaduto dopo le 14 di ieri al reparto di Neurologia, la donna non ha risposto alle domande dei militari che sono intervenuti per il fermo. Nulla di fatto neanche dopo i tentativi della psicologa dell'ospedale pediatrico di comunicare con la madre della piccola. Mutismo assoluto, la donna non ha voluto dare informazioni sul padre della bambina e su altri membri della famiglia. L'intervento degli infermieri è stato decisivo per salvare la bambina da morte sicura per soffocamento. Casi simili finiti in tragedia sono numerosi. Il 20 luglio del 2009,in provincia di Milano, un bambino di 4 anni è stato ucciso dalla madre con un cavo elettrico del cellulare. Lo scorso 19 febbraio a Ceggia (Venezia) un'altra madre ha soffocato suo figlio di sei anni e poi si è impiccata.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©