Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ciobanu si è costituito, Diaconescu è stato catturato

Roma, termina la fuga per gli evasi di Rebibbia

Il legale di Ciobanu: "Ha fatto una sciocchezza"

Roma, termina la fuga per gli evasi di Rebibbia
18/02/2016, 11:59

ROMA - E’ giunta al capolinea la fuga dei due romeni evasi dal carcere di Rebibbia a Roma lo scorso 14 febbraio. Nella serata di mercoledì, infatti, Catalin Ciobanu si è costituito, consegnandosi ai carabinieri della caserma di Tivoli. Mihai Florin Diaconescu, invece, è stato catturato nella notte dai carabinieri di un posto di blocco. L’uomo, infatti, che si trovava alla guida di un furgone nella zona di Tivoli Terme, è stato fermato dopo una breve fuga a piedi.

Il legale di Catalin Ciobanu, l’avvocato Andrea Palmiero, ha spiegato che il suo assistito, braccato dai carabinieri, si sarebbe pentito del gesto compiuto e, dopo quattro giorni di fuga, ormai con il fiato sul collo, avrebbe deciso di costituirsi. Palmiero ha dichiarato: “Il mio assistito ha deciso di consegnarsi ai carabinieri perché si è reso conto di aver fatto una sciocchezza ed era mortificato per quanto avvenuto”. E’ possibile che l’uomo, nei giorni scorsi, si sia nascosto in un campo nomadi nella zona di Tivoli, nelle vicinanze del quale i carabinieri e i nuclei di polizia penitenziaria hanno effettuato diversi controlli a tappeto.

Ciobanu, proprio due giorni fa, sarebbe dovuto comparire come imputato nell’ambito di un processo per sequestro di persona e morte come conseguenza di altro reato per il decesso di un commerciante egiziano che, prelevato da casa e sequestrato, è morto per un infarto.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©