Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Giovanardi: "Cialente pensi a governare la città"

Roma: terremotati al Senato e davanti palazzo Grazioli


Roma: terremotati al Senato e davanti palazzo Grazioli
07/07/2010, 16:07

ROMA - Continua a rimanere alta la tensione, tra i terremotati venuti a Roma a manifestare e le forze dell'ordine. Dopo le cariche della Polizia, che hanno lasciato tre feriti, il corteo si è diviso in tre tronconi. Una parte è tornata da dove era partita, cioè da piazza Venezia; un secondo gruppo ha sfondato i cordoni della Polizia ed è andata a manifestare sotto palazzo Grazioli, dove è in corso una riunione del Pdl. Qui i manifestanti, che si sono trovati di fronte il portone chiuso ed un congruo numero di poliziotti in assetto antisommossa. I manifestanti si sono avvicinati a braccia alzate, senza smettere di gridare "Vergogna", ma non è successo altro.
Un terzo gruppo è arrivato a piazza Navona, ad un passo dal Senato; ma la strada che collega questi due luoghi è stata transennata dalla Polizia e bloccata con un robusto cordone di polizia.
Tra i contusi dalle botte ricevute dalla Polizia ci sono anche il Sindaco de L'Aquila, Massimo Cialente, che è stato visto camminare claudicante, e il deputato del Pd Giovanni Lolli. E proprio in riferimento a Cialente, si segnalano le dichiarazioni rese dal deputato del Pdl Carlo Giovanardi: "Quando vedo il sindaco dell'Aquila  Cialente e l'ex presidente della provincia Pezzopane, ambedue noti esponenti politici del Pd, in giro per Roma alla testa dei manifestanti contro il Governo, mi corre l'obbligo di ricordare che da 13 mesi aspetto dagli  amministratori locali le indicazioni di come spendere 12 milioni di euro stanziati nel maggio 2009 dal Dipartimento Famiglia per strutture per bambini, anziani, famiglie in difficoltà. Se i suddetti capipopolo se ne stessero all'Aquila a lavorare per la ricostruzione,  sicuramente non dovremmo registrare questi vergognosi, incredibili ritardi per la realizzazione di strutture che per loro responsabilità sono ancora totalmente al palo".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©