Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Oltre 300 le persone indagate, molte sono avvocati

Roma: una ventina di studi legali indagati per truffa


Roma: una ventina di studi legali indagati per truffa
06/08/2010, 10:08

ROMA - Alle volte basta un piccolo granello per far inceppare una macchina, per quanto oliata. E' quello che è successo nel 2008, quando la sezione del lavoro del Tribunale di Roma fece una segnalazione alla Procura, per un singolare episodio. Un giudice aveva esaminato due diversi casi relativi ad una medesima persona, un italiano residente a Buenos Aires. Nei due processi, la firma della stessa persona era profondamente diversa, cosa confermata poi da un esame grafologico. Un ulteriore controllo, presso questo italiano residente in Argentina, ha dimostrato che l'uomo era completamente all'oscuro dei due procedimenti.
Partendo da questo episodio la Procura di Roma ha cominciato ad indagare e ha scoperto un giro di firme false, tutte relative ad italiani residenti a Buenos Aires, con cui venivano avanzati documenti legali per chiedere risarcimenti danni, pensioni o altre utilità. Progressivamente l'indagine verrà allargata a tutti gli italiani residenti all'estero. Ma per ora sotto inchiesta ci sono almeno 20 studi legali della capitale e sarebbero indagate oltre 300 persone, in buona parte avvocati e praticanti legali degli studi sotto inchiesta. Ma la cosa più sconvolgente è che in questi centinaia di casi non c'è mai stato alcun controllo nè sulle firme nè sulle persone che facevano queste richieste.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©