Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Roma: vincono 2,5 milioni al Superenalotto, ma la schedina non è stata giocata


Roma: vincono 2,5 milioni al Superenalotto, ma la schedina non è stata giocata
29/07/2009, 09:07

Ci sono 15 persone che in questo momento a Roma sono infuriate, dopo che solo ieri sera erano felicissimi. Sono i 15 che hanno preso le quote di un sistema, di quelli normalmente in vendita dai tabaccai, che ieri sera hanno seguito con trepidazione il susseguirsi dei numeri del Superenalotto, che ha fatto vincere loro un 5+1; e che stamattina hanno scoperto che non avevano vinto nulla, perchè il tabaccaio non aveva giocato la schedina. La notizia ha scioccato tutti i giocatori, che hanno vivacemente protestato davanti al tabaccaio in questione. E c'è da capirli: hanno vinto 80-90 mila euro a testa e doverci rinunciare è un boccone difficile da inghiottire. Ma il tabaccaio ha chiuso la saracinesca del locale, rifiutando inizialmente di parlare con i giocatori; per poi accettare di parlare con uno di loro. E pare che il tabaccaio abbia protestato la propria innocenza, dicendo che non si era accorto di quello che stava succedendo e che era convinto che c'era stata la giocata effettuata normalmente. In contrapposizione, ci sono voci che dicono che spesso i tabaccai non giocano questi sistemi, date le scarse possibilità di grosse vincite.
Ma i giocatori non intendono demordere e hanno preannunciato che si rivolgeranno a dei legali, per ottenere quello che gli spetta. Nel frattempo la SISAL, la società che gestisce il Superenalotto, ha sospeso la possibilità di accettare le giocate, per il tabaccaio scordarello di Villa Bonelli.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©