Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Un colpo alla gola.Nessun organo vitale è stato compromesso

Romania: Ex premier si spara per non essere arrestato

Oggi l'operazione. Le sue condizioni sono stabili

Romania: Ex premier si spara per non essere arrestato
21/06/2012, 19:06

ROMA -   Avrebbe voluto concludere tutto con un colpo di pistola. Sarebbe stato così tutto più semplice per Adrian Nastese, il discusso ex primo ministro della Romania, condannato dalla Corte suprema di Bucarest per aver sottratto circa 1,5 milioni di euro destinati alla sua campagna per le presidenziali del 2004.
L’uomo, che domani dovrebbe compiere 62 anni, aveva ricevuto ieri sera la visita dei carabinieri, giunti nella sua abitazione proprio per arrestarlo. Prima di seguirli aveva chiesto di prendere un libro ma la scusa serviva solo per prendere una pistola e spararsi.
Qualcosa però è andato storto. Nastese si è sparato alla gola ma nessun organo vitale è stato intaccato. Oggi l'esponente politico socialdemocratico è stato operato e le sue condizioni, secondo quanto hanno riferito i medici, sono stabili. "L'operazione è terminata, il paziente è stato fortunato, non ha alcuna ferita che lo metta in pericolo di vita", ha spiegato uno dei chirurghi, Ioan Lascar.
L’avvocato del politico ha una dilazione di tre mesi dell'arresto per motivi di salute. Nastase s'è sempre dichiarato innocente e ha, anzi, accusato l'attuale presidente Traian Basescu d'aver imbastito contro di lui una persecuzione giudiziaria.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©