Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Roccella: "Chiesto un supplemento di indagine"

Ru486: muore sedicenne portoghese


Ru486: muore sedicenne portoghese
12/05/2011, 18:05

ROMA - Alcuni studiosi portoghesi hanno reso noto nel corso del 21° European Congress of Clinical Microbiology and Infectious Diseas (ECCMID) che una ragazza portoghese di sedici anni è morta dopo un aborto con la pillola Ru486. La sedicenne ha avuto uno shock settico da Clostridium Sordellii. Si tratta di un'infezione finora diagnosticata negli Stati Uniti nei decessi da aborto medico. Nel corso del Congresso tenuto nei giorni scorsi a Milano, il sottosegretario alla Salute Eugenia Roccella ha precisato che è stato il  primo caso europeo, nel quale è stata accertata la presenza della rara ma letale infezione da Clostridium Sordellii. "Il Ministero della Salute segnalerà il caso portoghese di morte a seguito di aborto farmacologico all'Ema, l'agenzia di farmacovigilanza europea, chiedendo un supplemento di indagine e un aggiornamento sulle segnalazioni di decessi e complicanze", ha dichiarato il sottosegretario. A causa della pillola abortiva Ru486 sono morte fino ad oggi 32 donne, secondo quanto ha reso noto Roccella, ed altri due decessi sono avvenuti per aborto farmacologico con prostaglandine. Si tratta del secondo farmaco associato alla pillola abortiva. Il Sottosegretario alla Salute raccomanda: "Gli operatori del settore devono seguire le linee guida ministeriali sull'aborto farmacologico, che prevedono che l'intera procedura venga eseguita in regime di ricovero ordinario, per salvaguardare al meglio la salute delle donne''.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©