Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'imputato è Edoardo Costa, avrebbe preso 570 mila euro

Rubò soldi ad onlus per i bambini, chiesti 4 anni di reclusione per l'attore di Vivere e Un posto al sole


Rubò soldi ad onlus per i bambini, chiesti 4 anni di reclusione per l'attore di Vivere e Un posto al sole
31/05/2012, 15:05

MILANO - Quattro anni di reclusione e 1800 euro di multa: questa la richiesta del Pubblico Ministero Bruna Albertini contro l'attore Edoardo Costa (protagonista di programmi come "Vivere" e "Un posto al sole"), accusato di truffa aggravata, appropriazione indebita, falso ideologico e materiale e uso di atto falso. L'attore ha creato una onlus che raccoglieva soldi per i bambini dei Paesi più poveri del mondo, la Ciack (Construction intelligent association kids), con la quale tra eventi ed altre occasioni di beneficienza ha raccolto almeno 650 mila euro. Ma di questi solo 80 mila sono stati effettivamente spesi; degli altri non c'è più traccia. E c'è da considerare che 650 mila euro sono quelli di cui è stata verificata la presenza. Ma spesso l'associazione riceveva donazioni in contanti; quindi non si può determinare esattamente quanto è stata alta la cifra intascata.
L'avvocato difensore invece ha chiesto l'assoluzione, in quanto non ci sono prove che testimonino i reati di cui Costa è accusato; in subordine, il rinvio degli atti al Pm, affinchè il processo ricominci daccapo ma in sede tributaria, dato che al massimo il suo cliente è colpevole di aver violato alcune norme amministrative.
Il processo è stato rinviato al 12 luglio, quando ci saranno le repliche delle parti, la Camera di Consiglio e la sentenza.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©