Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Scoperta a causa di una denuncia

Ruba l'identità del fratello per 12 anni, ma è una donna


Immagine di archivio presa da una sfilata di moda
Immagine di archivio presa da una sfilata di moda
20/11/2012, 10:42

LISSONE (MONZA E BRIANZA) - Nel cinema non mancano i film dove ci sono uomini che si travestono da donne e donne che si travestono da uomini. Da Mrs. Doubtfire a Victor Victoria, da Tootsie ad ALbert Norris, c'è solo l'imbarazzo della scelta. 
Ma questo talvolta avviene anche nella realtà. Ed è successo a Lissone, in provincia di Monza e Brianza, dove una donna di 37 anni vive da 12 spacciandosi per il fratello. Documenti falsi, aspetto mascolino, ha anche trovato, sei anni fa lavoro in una fabbrica della Brianza come operaio in una azienda metalmeccanica, senza che nessuno se ne accorgesse. 
Tutto è crollato a causa di un litigio avuito con un collega di lavoro. Volano parole grosse e l'altro decide di fare una denuncia. Che, come prevede la leggem viene recapitata alla persona indicata con quel nominativo. Il quale però vive in Puglia e, alla notifica della denuncia stessa, cade dalle nuvole. Così scattano le indagini ed una perquisizione a casa della donna ha permesso di scoprire documenti falsi a nome del fratello e che si trattava appunto di un'altra persona. Resta da capire il perchè di una scelta simile, che ora le costerà un processo per usurpazione di identità. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©