Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Rubano un'auto al Rione Traiano, ma vengono fermati dalla polizia: arrestati


Rubano un'auto al Rione Traiano, ma vengono fermati dalla polizia: arrestati
02/11/2012, 10:11

Un pregiudicato di 36anni e un 33enne, nella notte, sono stati arrestati dagli agenti della sezione “Volanti” dell’U.P.G. e del Commissariato di Polizia “Posillipo” perché responsabili, in concorso tra loro, di furto aggravato. I poliziotti, nel transitare in via Tertulliano, poco dopo le 3,00, nell’ambito dei normali servizi di prevenzione e controllo del territorio, hanno notato sopraggiungere un’autovettura a motore e fari spenti, del tipo LanciaY, spinta da un’autovettura Fiat Punto. Il conducente della prima auto, avvedutosi della presenza della Polizia, ha svoltato in direzione di Via Romolo e Remo, al fine di evitare il controllo. Nel frattempo, gli agenti dell’U.P.G. hanno inseguito le due auto e, avendo intuito le loro intenzioni, attraverso la sala operativa, hanno diramato via radio alle altre volanti in zona, una nota di rintraccio.  Dopo solo 50 metri, il conducente dell’autovettura LanciaY ha fermato l’autovettura, fuggendo a piedi nei giardini pubblici mentre, il conducente dell’autovettura Fiat Punto,  è stato bloccato ancor prima che accennasse di fuggire. Gli agenti della Volante del Commissariato di Polizia “Posillipo”, raccolta la segnalazione che era stata diramata poco prima, sono intervenuti tempestivamente riuscendo a bloccare anche il fuggitivo. L’autovettura Lancia Y presentava evidenti segni di effrazione, in quanto rubata pochi minuti prima in Via Michelangelo da Caravaggio.  I poliziotti, infatti, hanno rintracciato l’ignaro proprietario che stava dormendo e che non si era avveduto di nulla, avendo parcheggiato regolarmente l’autovettura intorno alle 19,00 di ieri. Nel borsello indossato dal 33enne, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato un cacciavite ed una torcia. Il pregiudicato  registra a suo carico analoghi precedenti, commessi nel febbraio e nel settembre scorso, per i quali ha beneficiato della sospensione della pena, essendo stato condannato a scontare 2 anni e 6 mesi di reclusione, oltre al pagamento di €.800 di multa. Stamani, i due arrestati saranno giudicati con rito per direttissima.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©