Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Arrestato da un carabiniere in licenza

Rubava per pagarsi la vacanza, 18enne in manette a Camerota


Rubava per pagarsi la vacanza, 18enne in manette a Camerota
06/08/2009, 11:08


Rubava soldi dai videogiochi per pagarsi la villeggiatura, diciottenne napoletano arrestato da un carabiniere che in quel momento era libero dal servizio. Protagonista della singolare vicenda un ragazzo residente a Sant’Anastasia ed in vacanza a Marina di Camerota da pochi giorni. Il 18enne è stato tratto in arresto per furto aggravato dopo esser stato sorpreso a rubare circa duecento euro da una slot machine installata all’interno di uno stabilimento balneare. Ad ammanettarlo è stato l’appuntato scelto Manuel Bruno che si trovava in spiaggia con la propria famiglia. Il militare, insospettito da alcuni rumori che provenivano dalla sala giochi del lido, che in quel momento era chiusa, è andato a verificare cosa stesse accadendo. E nel controllare, ha notato il diciottenne napoletano che tentava di fuggire con il bottino. Il carabiniere ha subito intimato l’alt al ragazzo, che però ha cominciato a correre. Per bloccarlo è stato necessario un breve inseguimento, che si è concluso all’altezza del campo sportivo.
Sul posto, in aiuto del collega, è giunta anche un’altra pattuglia di carabinieri della locale stazione, diretti dal luogotenente Massimo Di Franco. Il giovane ladro aveva con sé il denaro rubato ed un cacciavite che aveva utilizzato per sfondare la parte laterale della "slot machine" e impossessarsi dei soldi finiti nella gettoniera. L’intera refurtiva è stata restituita al gestore dello stabilimento balneare, mentre gli attrezzi usati per lo scasso sono stati posti sotto sequestro.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©