Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sei cittadini romeni sono finiti agli arresti

Rubavano slot machine per investire in droga e prostituzione


Rubavano slot machine per investire in droga e prostituzione
30/06/2012, 10:06

PISA - Avevano messo su una vera e propria banda specializzata nei furti di slot machine, che, bottino dopo bottino, investiva il ricavato dei colpi messi a segno in prostituzione e traffico di droga. è per questo che sei cittadini di nazionalità romena sono finiti agli arresti, grazie alle indagini compiute dai militari del Comando Provinciale dei Carabinieri di Pisa. Secondo quanto è stato accertato, la banda operava con una tecnica ben consolidata: dopo meticolosi sopralluoghi, la scelta degli obiettivi e uso di furgoni rubati per sfondare le vetrate dei negozi e rubare le slot machine. La banda agiva nelle province di Pisa, Livorno, Lucca e Firenze. Inoltre il gruppo poteva contare su appoggi logistici in Romania e nella provincia di Cremona. Il giro d’affari era ampio, perché i soldi venivano “investiti” nello sfruttamento della prostituzione e nel traffico di droga. Lo stesso gruppo di romeni, a quanto pare, è accusata anche di furto di rame.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©