Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ruby ritratta, ma restano le prove dei party ad Arcore


Ruby ritratta, ma restano le prove dei party ad Arcore
30/10/2010, 17:10

A testimoniare delle serate avvenute ad Arcore raccontate da Ruby, 17enne marocchina, ci sono delle foto scattate con il cellulare. Si tratta di 3 party, ha messo a verbale la ragazza, alla fine dei quali riceveva 5.000 euro e generosi regali, come un’AudiR8.

Sebbene Ruby abbia fatto un passo indietro, dicendo che la serata è stata una sola e che ha ricevuto 7.000 euro ed un collier di Damiani, le foto restano e sono la prova indiscutibile della sua presenza a Villa San Martino.
Intanto, il pm Antonio Sangermano continua ad occuparsi dell’inchiesta per sfruttamento della prostituzione. Dopo l’iscrizione al registro degli indagati di Mora, Fede e Nicole Minetti si stanno approfondendo altre posizioni, tra cui quella del direttore di Publitalia 80 Luigi Ciardiello, colui che presentò la Minetti a Berlusconi.

Ruby resterà ancora per tre giorni prigioniera in un residence a Genova, diventerà libera alla sua maggiore età. La ragazza aveva già avuto problemi con la giustizia: la Procura della Repubblica presso il tribunale dei minori di Genova l’ha indagata per insolvenza fraudolenta, in due diverse occasioni si sarebbe fatta portare in taxi dal capoluogo ligure a Milano senza poi pagare le corse.

Dopo le accuse, Lele Mora ha deciso di parlare tramite il suo avvocato, Nadia Alecci. “Mora non ha ricevuto alcun avviso di garanzia dalla Procura” – ha detto il legale di Mora – “di questa indagine, al momento, non sappiamo nulla”.

“Nessuno mi ha detto che sono indagato” – ha invece affermato Fede – “Mi pare che dai suoi racconti la stessa ragazza abbia ridimensionato parecchio il mio ruolo e comunque ripeto non ho mai fatto nulla, a nessun titolo, che possa configurarsi come un’ipotesi di reato. Provo pena per quella povera ragazza e per cosa dovrà passare ora: l’ho vista una volta sola, ma non mi ha colpito più di tanto, non è neppure il mio genere di bellezza”.  

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©