Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Ma nessuno dei due andrà in carcere

Ruby-bis: la Cassazione conferma le condanne per Fede e Minetti


Ruby-bis: la Cassazione conferma le condanne per Fede e Minetti
12/04/2019, 16:18

ROMA - La Corte di Cassazione ha confermato le condanne per l'ex direttore del Tg4 Emilio Fede e per l'ex consigliera regionale Nicole Minetti nell'ambito del processo denominato "Ruby-bis". Le accuse sono di sfruttamento della prostituzione per aver portato numerose ragazze ai festini che si tenevano nella villa di Berlusconi ad Arcore. Fede è stato condannato a 4 anni e 7 mesi, la Minetti a 2 anni e 10 mesi. 

Ma nessuno dei due andrà in carcere. Fede per ragioni di età (ha 88 anni e la legge vieta il carcere a chi ne ha più di 70, salvo che non sia dimostrata la sua pericolosità sociale) e di salute; e Minetti perchè potrà chiedere l'affidamento ai servizi sociali. Ma per entrambi incombono altri processi: Fede ha una condanna di primo grado a 2 anni per aver tentato di ricattare con dei video hot i dirigenti di Mediaset quando nel 2012 venne licenziato e ottenere così una buonuscita migliore. La Minetti ha una condanna a 1 anno e 8 mesi, anch'essa non definitiva, per il suo coinvolgimento nella rimborsopoli della Regione Lombardia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©