Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Rumore ambientale: l’Ispesl dà voce all’ecologia


Rumore ambientale: l’Ispesl dà voce all’ecologia
18/09/2009, 15:09


Prevenzione, vigilanza e controllo. Tre parole e tre giorni per approcciare all’inquinamento acustico. Il 23, 24 e 25 settembre le Pubbliche amministrazioni si danno appuntamento ad Ischia per il primo convegno nazionale sulla "Governance del Rumore Ambientale". Il convegno, coorganizzato dall’ISPESL, l'Università degli studi di Napoli Parthenope e l’associazione di volontariato “Centro Italiano per l’Ambiente Onlus”, con il patrocinio dei principali ordini professionali della Campania, rappresenta il primo appuntamento nazionale per gli enti pubblici coinvolti nella gestione del Rumore ambientale. Nato dall’esigenza di ascoltare l’ambiente attraverso la creazione di reti relazionali fra i diversi soggetti coinvolti, tra cui la popolazione esposta, il convegno sarà uno spazio di confronto ideale, per diffondere un modo di vedere la realtà in senso ecologico . Pubbliche amministrazioni, cittadini e politica saranno chiamati a decidere direttamente sul tema. I ricercatori dell’ISPESL, insieme alle altre istituzioni presenti, discuteranno sul ruolo presente e futuro degli enti di ricerca nel settore ambientale e sull’esigenza di prevenire, vigilare e controllare il rumore. Inoltre non sarà sottovalutato il problema dell’inquinamento acustico delle aree urbane, determinato dalla presenza degli impianti e delle macchine. Attenzione sarà rivolta anche alla rumorosità generata dalle infrastrutture di trasporto. Ad aprire il convegno i rappresentanti istituzionali dell’ISPESL: Commissario Straordinario Antonio Moccaldi e S. Commissario Straordinario Umberto Sacerdote. Inoltre il 23 settembre è prevista la partecipazione del direttore generale dell’ARPAC, Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale Campania, Gennaro Volpicelli.
A conclusione della manifestazione verrà attribuito, all’amministrazione più meritevole, il Premio “Sperimentazione di buona Governance del Rumore Ambientale”.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©