Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Russia: scontri e arresti per il Gay Pride


Russia: scontri e arresti per il Gay Pride
16/05/2009, 16:05

Ci sono state delle tensioni tra polizia e manifestanti del Gay Pride a Mosca il giorno della festa di Eurovision, manifestazione musicale paragonabile al nostro Festival di Sanremo. Crica 35 manifestanti sono stati arrestati dalla polizia, tra cui anche Nikolai Alekseen, fondatore del sito web 'Gay.Russia.ru' ed organizzatore dell'Eurovision (costato oltre 42 milioni di dollari). I manifestanti, che hanno deciso di tenere la loro parata nonostante il divieto da parte del sindaco (Jurij Luzhkov), sono stati fermati dalla polizia e poi chiusi in furgoncini situati nel parco di Sparrow Hills.

In Russia fino al 1993 l'omosessualità era considerata un crimine, solo nel 1999 non è stata più classificata come una malattia mentale. Gli omosessuali hanno deciso di manifestare il 16 maggio proprio per la visibilità dovuta al festival della canzone russa.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©