Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sono poche le probabilità di trovare altri superstiti

Russia, tragedia sul fiume Volga: 9 morti e 108 dipersi

L'incidente forse è dovuto ad obsoleti sistemi di sicurezza

Russia, tragedia sul fiume Volga: 9 morti e 108 dipersi
11/07/2011, 08:07

MOSCA - E' stata una domenica drammatica nella Repubblica del Tatarstan, nella Russia centrale, dove la nave da crociera "Bulgaria" si è improvvisamente piegata verso destra ed è affondata nel giro di pochi minuti, trascinando con sè sul fondo di un bacino del fiume Volga, a circa 20 metri di profondità, diverse decine di persone.
L'ultimo bilancio dell'incidente è di 9 morti, di cui sei donne e una bambina, 108 dispersi e 79 persone tratte in salvo. Ancora non sono state accertate le cause dell'incidente, verificatosi non lontano dal villaggio di Syukeyevo, a 3 chilometri dalla riva e a circa 80 chilometri da Kazan, la principale città del Tatarstan, situata a 800 chilometri ad est di Mosca. Tuttavia appare fondamentale considerare che la nave, costruita nel 1955 in quella che allora era la Cecoslovacchia, aveva superato un controllo lo scorso 15 giugno, ma era stato atabilito che poteva imbarcare un massimo di 120 persone, contro le 196 effettivamente a bordo al momento della catastrofe. Ciò certamente deve aver costituito un problema, soprattutto in condizioni metereologiche sfavorevoli. Al momento dell'incidente, infatti, su quel tratto del fiume infuriava un violento temporale, con fortissime raffiche di vento.
Non appena ha inziato a piegarsi su un fianco, la "Bulgaria" ha lanciato un Sos per richiedere aiuto. Il segnale è stato captato dalla nave da crociera Arabella, che navigava nella zona, grazie al cui intervento si sono salvate più di 80 persone nonostante sia giunta sul posto quando la nave era ormai mezza affondata. Le operazioni di ricerca sono proseguite tutta la notta, ma il lavoro dei sommozzatori è stato reso più difficile dalle correnti e dalla scarsa visibilità, e le possibilità di trovare altri sopravvissuti sono davvero pochissime.
Sulla sciagura è stata aperta un'inchiesta. Un incidente simile, dovuto alle pessime condizioni metereologiche e agli obsoleti sistemi di sicurezza, si è verificato poco meno di un anno fa, il 7 settembre 2010, quando 7 persone persero la vita nel naufragio di un battello sul lago Norilsk.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©