Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Attesi oltre due milioni di pellegrini e 2000 giornalisti

Sacra Sindone: 1,5 milioni di fedeli prenotati per Torino


Sacra Sindone: 1,5 milioni di fedeli prenotati per Torino
08/04/2010, 21:04

TORINO - Oltre due milioni di pellegrini attesi, circa un milione e mezzo di fedeli già prenotati e più di 2000 giornalisti accreditati: questi sono i numeri della Sacra Sindone che sarà esposta a Torino da questo sabato 18 aprile fino al 23 maggio. L'ostensione della sacra reliquia ci sarà proprio all'interno del Duomo del capoluogo piemontese.
Tutti i preparativi per la giornata inaugurale procedono spediti e, il cardinal Severino Poletto, alle ore 10 del giorno 10, guiderà nella visita d'anteprima dedicata in via esclusiva alla stampa tutti i giornalisti presenti. Ovviamente è stato raccomandato ai cronisti l'osservanza di un "religioso silenzio e rispetto" dato che la visita "
sarà un momento di preghiera". L'omelia per il pubblico è invece prevista per le ore 16 e sarà celebrata dall'arcivescovo di Torino proprio all'interno del Duomo. Dalle 18, poi, sarà dato inizio alle visite da parte dei numerosissimi pellegrini giunti da ogni parte del mondo per visitare il lenzuolo sul quale è impresso il volto di Cristo.
E proprio sulla sindone, durante i lavori di restauro del 2002, sono state apportate delle significative modifiche per rendere più chiaro il viso del figlio di Dio dato che, dopo l'incidente di Chambèry datato 1532, delle vistose toppe si notavano sul retro della sindone.
Massiccia sarà anche la presenza delle forze dell'ordine coordinate dal Prefetto di Torino 
Paolo Padoin. Per la giornata d'apertura sono previsti infatti 200 uomini di rinforzo tra carabinieri e poliziotti oltre a quelli già presenti in città. Previsto anche l'utilizzo di sofisticatissime telecamere antiterrorismo che sorveglieranno 24 ore al giorno la teca contentente la reliquia. Reliquia che si potrà osservare per non più di 5 minuti e per la cui contemplazione occorre prenotarsi (dal sito www.sindone.org). Naturalmente, per chi volesse semplicemente assistere all'omelia ed osservare la sindone da lontano, non occorre alcuna prenotazione.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©