Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Liberta dalla Guardia di Finanza

Salerno, 27enne imprigiona in casa la moglie


Salerno, 27enne imprigiona in casa la moglie
14/09/2012, 13:25

SALERNO – La sua casa era diventata una prigione, costruita dal marito per non farla scappare. E’ la storia di una ragazza di 22 anni, originaria del Marocco e residente a Salerno, costretta a subire le violenze del suo uomo, un 27 enne.

La giovane più volte aveva manifestato il desiderio di ritornare nel suo paese d’origine, ma l’idea non piaceva al marito che per impedirle di mettere in atto il piano l’ha costretta dentro casa. L’uomo, aveva realizzato anche una rete metallica alta due metri.

La 22enne, però, non si è persa d’animo: ha deciso di scrivere un biglietto, con su impresso “aiutatemi a fuggire”, e farlo scivolare in strada attraverso la rete in modo da attirare l’attenzione di qualcuno. E il suo piano è riuscito: un passante, infatti, ha trovato il foglio di carta e lo ha consegnato alla Guardia di Finanza di Vallo della Lucania.

Le fiamme gialle hanno diramato subito l,’allerta ed  hanno fatto irruzione nella casa- prigione di Montano Antilia, all'interno del parco nazionale del Cilento. La ragazza ha raccontato di essere prigioniera da diversi giorni. Il marito, che non era in casa, è stato trovato ed arrestato per sequestro di persona.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©