Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Salerno: GDF arresta giovane salernitano per tentato omicidio


Salerno: GDF arresta giovane salernitano per tentato omicidio
26/07/2013, 10:08

SALERNO - Nel corso di una delicata attività investigativa, coordinata dal Procuratore della Repubblica di Salerno, Dr. Franco Roberti, il Gruppo della Guardia di Finanza di Salerno ha eseguito minuziose indagini, anche tecniche, combinate a mirate attività di accertamento, che hanno consentito di accertare la responsabilità penale nei confronti di un diciannovenne pregiudicato salernitano, il quale - unitamente ad altri complici - si era reso artefice di una violenta aggressione avvenuta, presso la discoteca “Il Posto”, lo scorso ottobre 2012.

Nel corso della stessa, avvenuta per futili motivi, erano rimasti gravemente feriti, con numerosi colpi inferti tramite armi da taglio, due giovani salernitani poco più che ventenni.

I finanzieri, incaricati di eseguire le indagini sul tentato omicidio, sono riusciti ad acquisire elementi probatori che hanno consentito all’Autorità inquirente di ricostruire dettagliatamente tutte le fasi della vicenda, anche con l’ausilio di sofisticati strumenti d’indagine, che hanno permesso di acclarare le illecite condotte dell’arrestato.

Al termine delle indagini, il G.I.P. del Tribunale di Salerno, Dr.ssa Elisabetta Boccassini, ha disposto per il giovane salernitano l’applicazione della misura della custodia cautelare in carcere.

In questo momento, caratterizzato dalla recrudescenza di numerosi atti efferati avvenuti tra gruppi di giovani criminali, il risultato conseguito testimonia ancora una volta la costante attenzione e l’impegno profuso dall’Autorità Giudiziaria e dalla Guardia di Finanza a contrasto di ogni tipologia di illecito, spaziando dalla lotta alla criminalità organizzata per fini di spaccio di sostanza stupefacente, sino ai delitti contro la persona, momenti illeciti che - sempre con più frequenza - si legano agli ambienti della giovane movida salernitana. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©